venerdì, agosto 18, 2006

CANAL STUPORE

"...Liesl adorava il telefono.magia moderna:eri qui ed eri altrove!Liesl o l'ubiquità."non sei qui eppure siamo insieme",diceva al cornetto di ebanite."siamo insieme,ma non sei qui,"rispondeva educatamente la voce del piccolo Job.

Ma lo choc,l'incanto supremo ebbe luogo quindici giorni dopo il loro incontro.quella sera,furono accompagnati a teatro.davano La main passe di Feydeau.Quando si alzò il sipario,un uomo solo nel suo salotto parlava a una macchina.e la macchina ripeteva parola per parola quel che l'uomo aveva appena detto.La macchina possedeva una memoria ancora più fedele della memoria di Liesl.una memoria che non selezionava.

"che cos'è?" domandò Liesl al padre."un magnetofono" le fu risposto."chi l'ha inventato?""Valdemar Poulsen,un danese."rispose il padre."lo voglio anch'io"dichiarò Liesl."sssshh.ascolta la commedia"rispose Stefan."lo voglio anch'io,"ripetè Liesl.

L'istante in cui le regalarono il suo primo magnetofono,Liesl decise di fissare la memoria del mondo.

E fu per prima cosa la voce dello zio Kraus(...).Seguirono l'annessione della Bosnia-Erzegovina,l'uccisione dell'arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo,quattro anni di guerra mondiale,milioni di morti,il matrimonio di Liesl e Job,la nascita di Matthias,e la creazione del Film Unico. "

1 commento:

mela ha detto...

da dove ti viene tutto ciò?